Quotazioni

Net Notes
Come creare un indirizzo email

Net Notes nr.2
Livello: Base 

In questa seconda puntata della Net Notes, dedicata alle operazioni di base, vedremo come creare una
mail, o più precisamente come creare un account email.
Come esempio creeremo un account email con Gmail, uno dei diversi servizi online forniti gratuitamente da Google.


Per prima cosa bisognerà andare alla pagina di Google dedicata alla registrazione di un nuovo account, che si trova a questo indirizzo:

https://accounts.google.com/signup
Fig. 1 - Registrazione account Gmail.

La pagina si presenta come mostrato in Figura 1.
Vediamo uno alla volta tutti i passaggi richiesti per creare una nuova mail; quelli obbligatori, in questa pagina sono 8 e in Figura 1 sono indicati dai numeri in rosso.
La procedura è abbastanza semplice e se tutto va a buon fine, ci ruberà solo pochi minuti.
Si inizia inserendo il proprio nome e cognome (Punto 1).
Al punto 2 si specifica l'indirizzo email che si desidera creare. Facciamo un esempio: se volessimo creare un indirizzo e mail con il nome "mario.rossi", basterà inserirlo nella casella al punto 2. Notate che Google ci propone la parte finale dell'indirizzo "@gmail.com".
L'indirizzo email completo sarà quindi "mario.rossi@gmail.com".
Un account email è composto da 3 parti:
1. Il nome utente, nel nostro caso di esempio "mario.rossi", 2. Il simbolo "@", detta anche "a commerciale", 3. Il dominio, che si potrebbe descrivere come il nome dato all'insieme di computer che forniscono questo servizio, nel nostro caso "gmail.com".
Quindi, mario.rossi@gmail.com indica l'indirizzo di posta elettronica dell'utente mario.rossi, che si trova (@) nel dominio gmail.com.
Naturalmente dovremo scegliere un nome utente che non sia già stato scelto da qualcun altro, in tal caso, Google ci indicherà che il nome scelto è già occupato e non ci permetterà di proseguire fin tanto ché non ne sceglieremo uno disponibile.

Al punto 3 si imposta la password.
Si può mettere una qualsiasi parola segreta a proprio piacere. Google ci chiede di inserirla 2 volte per essere certi di averla inserita correttamente.
La scelta della password dipende ovviamente dalla propria fantasia, tuttavia spendiamo due parole per questo passaggio che secondo me è una parte molto importante perché ha a che fare con la sicurezza. Più una password è breve e "ovvia" più è facile da indovinare da un eventuale malintenzionato, che magari ci conosca anche, che tentasse di accedere alla nostra posta elettronica, viceversa, più una password è lunga e complicata più dovrebbe essere difficile trovarla.
Mettere come password la propria data di nascita, il nome del proprio cane o gatto, il nome del/della fidanzato/a, e così via... non è una scelta molto efficace, non perché non si possa fare, ma perché non sarebbe proprio così difficile da indovinare da parte di qualcuno che ci conosce.
Ben inteso, ognuno può mettere la password che vuole, e per "efficace", intendo efficace dal punto di vista della sicurezza.
Ricordate! Più la password è lunga p è sicura, quindi, è sempre meglio usare una password che sia allo stesso tempo più lunga possibile e più facile possibile da ricordare (per voi naturalmente), inserendo lettere, numeri, e altri simboli vari come trattini, punti, ecc... 
Lettere minuscole e maiuscole, per esempio, non sono uguali, quindi se ne può approfittare.
Infatti "A" è diverso da "a". Il trattino "-" e il trattino "_" si possono usare tranquillamente, così come il ";", il "+", la barra "/"ecc, ecc.
Insomma, prima di scegliere come password la parola "mario", pensiamoci qualche minuto in più e ricordiamoci che, per esempio, "mario_773655;wXp" è molto più difficile da trovare di "mario".
Man mano che digitiamo la password Google ci indica, tramite dei colori, l'efficacia della stessa. Così, una password di pochi caratteri ci verrà evidenziata in rosso, proprio perché poco efficace, una un po più lunga verrà evidenziata in arancio, mentre una sufficientemente lunga e quindi efficace, sarà evidenziata in verde.

Per i punti 4 e 5 non servono molte spiegazioni
Basta immettere la propria data di nascita e sesso.

Volendo si può fornire anche il proprio numero di cellulare. Non è obbligatorio ed è previsto come precauzione per ulteriore sicurezza. Google infatti potrebbe contattarvi via SMS sul cellulare al solo scopo di verificare che siate effettivamente la persona che ha registrato questo indirizzo email.
Se lo si desidera si può fornirlo anche in un secondo momento o non fornirlo affatto.
Stessa cosa per "Il tuo indirizzo email attuale". Nel caso si disponga di un secondo indirizzo email, lo si può comunicare a Google inserendolo nell'apposita casella. Google può usarlo per contattarci via email nel caso ci fossero dei problemi con l'email principale.

Al punto 6 digitiamo il codice di verifica
Basta ricopiare esattamente il codice mostrato in figura, all'interno della casella "Digita il codice".
A cosa serve questo codice? E' semplice. Serve a Google per assicurarsi che a compilare questi dati per creare l'account email sia una persona reale, un essere umano insomma e non una macchina. Può capitare infatti che vengano usati dei programmi per computer per creare automaticamente diversi indirizzi email fornendo informazioni false, con lo scopo di usarli poi per registrarsi con intenzioni fraudolente a siti e servizi senza farsi conoscere.
Google cerca naturalmente di limitare il più possibile questi comportamenti. Uno dei modi utili per farlo è far leggere alle persone un codice scritto in un immagine ed invitarle a riscriverlo. Se per una persona reale questa operazione può sembrare abbastanza semplice, per una macchina lo è molto meno, specialmente se il codice da leggere è sfocato e scritto "male", con caratteri diversi, disallineati, ruotati o di diversi colori.
Queste immagini, in gergo vengono chiamate CAPTCHA.
Se volete documentarvi su questo argomento, leggete questa pagina.

Al punto 7 basta vistare la casellina per accettare i termini e le condizioni di contratto.
Qui non c'è molta scelta. Senza vistarla non si può proseguire oltre.
Ora, diamo un ultima occhiata ai dati inseriti e se sono corretti clicchiamo sul pulsante blu "Passaggio successivo" (Punto 8) ed il gioco è praticamente quasi fatto!
Ancora pochi click ed avremo il nostro nuovo indirizzo di posta elettronica.

Se i dati sono stati inseriti correttamente, Google ci proporrà di impostare una foto per il nuovo profilo. Questo passaggio è facoltativo e se lo saltiamo possiamo sempre farlo in seguito, se lo volessimo.
Clicchiamo quindi nuovamente sul pulsante blu "Passaggio successivo" ed ecco fatto! L'account email è creato e abbiamo il nostro nuovo indirizzo email con Gmail al quale Google ci da il benvenuto.
Continuando e premendo il pulsante blu "Continua e vai a Gmail" si potrà accedere alla nostra nuova casella di posta elettronica, che descriveremo in dettaglio nella prossima puntata della rubrica Net Notes.


Nel frattempo, se volete, un po' di approfondimenti:




Nessun commento:

Posta un commento