Quotazioni

Gli 8 animali favolosi - Terza tecnica: Bat Linh Thanh Hac - La Gru Sacra



Le mille gru di Sasaki Sadako
Sasaki Sadako aveva appena due anni quando il 6 agosto del 1945, Little Boy precipitò sulla città di Hiroshima.
La bimba si salvò, tanti altri suoi coetanei invece morirono. La guerra finiva tragicamente per il popolo giapponese, tra l’umiliazione della sconfitta e migliaia di vite umane ridotte in polvere insieme alla bomba. Bisognava ricominciare da zero e questo fece il popolo giapponese.
Sadako intanto, nell’entusiasmo della sua giovane età, cresceva forte e piena di aspettative, amante della vita e dello sport. Un giorno però qualcosa andò diversamente: Sadako arrivò stremata alla fine di quella pista da corsa che l’aveva sempre vista arrivare prima. In breve tempo le venne diagnosticata una grave forma di leucemia, malattia che la costrinse a ricordare il mattino che dal cielo era caduta quella strana pioggia nera.
Giungeva così per Sadako il momento della sua ultima corsa, della sua gara contro il tempo: creare mille origami per esorcizzare la morte, per continuare a sperare nella vita.
Secondo un’antica leggenda giapponese, colui che riuscirà a piegare durante la propria vita mille gru di carta, sarà benvoluto dagli dei che acconsentiranno ad esaudire un suo desiderio. E la gru (tsuru) è in Giappone anche simbolo di longevità tanto che regalarla significa augurare lunghi anni di salute e vita.


Thanh Hac - La Gru Sacra
"Il simbolismo generale della gru è legato ai concetti di giustizia, di longevità, ed è la personificazione di anima giusta e compassionevole. Nella tradizione orientale la gru – è attribuita agli spiriti –all’ immortale.La gru vive mille anni grazie al collo piegato, e per questo possiede una respirazione  che aggiorna continuamente il respiro (la tecnica utilizzata dai taoisti). La gru accompagna  i morti in cielo, e guida gli angeli.
 E’ associata ai cipressi ed ai pini (ed è anche un simbolo di longevità).  Anche in Giaponne  era rito diffuso mangiare un piatto di riso cotto, cresciuto nella contea Kuru ("gru"). Credevano che questo piatto garantisse  longevità  e  salute ed  allontanasse gli spiriti maligni.
In alcune tradizioni, la gru è considerata tale da essere associata alle piogge e la fertilità. Ad esempio era  l'uccello dedicato a Kronos divinità agricola greca (Saturno, il dio dei raccolti). Nel cristianesimo la gru è un simbolo del buon vivere. Viene raffigurata  allegoricamente  come un simbolo di giustizia: si tiene in piedi con una zampa sola mentre sull’altra  tiene il sasso  - che simboleggia la vigilanza."

Da non dimenticare poi la leggenda in cui l'eroe Chang San Feng,che era esperto di arti marziali, assistette al combattimento tra una gru ed un serpente e da quell'incontro sviluppa e da origine al 
taiji quan.

Esecuzione

Gomiti e spalle
a) Gomiti verso l'alto
b) Gomiti verso il basso
c) La gru chiude le ali

Polsi e mani
d) Mani con il palmo verso l'esterno
e) Mani con il palmo verso l'alto
f) Mani con il palmo verso l'interno
g) Esercizi facoltativi di rotazione articolare per gomiti e polsi







Nessun commento:

Posta un commento